PA sotto accusa per possibiloi inserimenti di clausole vessatorie per chi fornisce

L’autorità di vigilanza sui contratti Pubblici affronta il problema dei pagamenti delle PA bloccati alle imprese e nella determinazione 4/2010 condanna senza appello le prassi delle PA di inserire nei bandi clausole per dilatare i tempi, sterilizzare gli interessi di mora oppure premiare le imprese disposte ad accettare condizioni peggiori rispetto a quelle fissate dalla legge. Da un’indagine è emerso che l’attesa media per vedersi onorate le fatture oscilla da 92 a 664 giorni, contro la regola generale dei 30 gionri fissata dal Dlgs 231/2002 e i debiti sono stimabili in almeno 37 miliardi di Euro (2,5% del Pil);

Tags:

Leave a Reply